SPHCOSCIENZA DI LUCE ERMETICA

forum dedito all'informazione del risveglio di coscienza: IL NOSTRO SITO è: http://www.alchimia.onweb.it/it/home
 
IndicePortaleCalendarioGalleriaFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 La Concezione Immacolata commentata da Giuliano Kremmerz

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Ale



Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 09.06.12
Età : 47
Località : Napoli

MessaggioOggetto: La Concezione Immacolata commentata da Giuliano Kremmerz   Sab Giu 09, 2012 10:13 pm

I^ PARTE
Mater Dei, Vergine delle Vergini, Mater Christi: Unità ed Alchimia,
preparazione magica e purificazione ermetica.

In magia la sola concezione pura o la concezione impura definisce l’applicazione e la tendenza dei riti grandiosi per la loro idealità o per la loro nefandezza. Così nelle religioni e nella politica… Alla testa dell’uomo o vertice superiore del pentacolo magico… corrispondono i segni dell’onnipotenza magistrale o microcosmica divina ☼ + (+luna) però per filosofare su di questo principio del binario residente nella mente umana o spirito incarnato bisogna disporre i due segni diversamente:
+ (+luna)

(-luna)

Il crescente lunare superiore positivo nella idealità e il quarto decrescente passivo. Nel positivo si ha la chiave di Iside o Immacolata Concezione. Nel passivo si ha la formula della corruzione della purità o Proserpina. Il ☼ intelligenza è tra i due fattori. Il libero arbitrio umano è appunto in questa scelta, ma in magia operante, fatta la scelta, bisogna subirne le conseguenze…Il regno della Beatitudine di Budda e l’Assunzione di Maria dei Cattolici sono identici come stati di perfettibilità ambita dagli iniziati. Penetrare nel limbo della purità superiore +  è la via per pervenire; cadere nella  - è la magia delle forme involute. Alla prima appartengono la chiaroveggenza in tutti i campi e l’alta perfezione dei sommi sacerdoti incarnati; alla seconda tutte le illusioni della zona astrale, tutte le imperfezioni e la volubilità della corrente delle anime involute…Nel simbolismo cattolico Maria Immacolata rappresenta la concezione purissima di sopra alla zona attiva dell’intellettualità pagana (Minerva) e calpestando la luna in decrescenza …si trova libera da ogni effluvio terrestre: a questo stato di purificazione aspirano i religiosi passivi. Le litanie della Madonna hanno bisogno di esser lette e studiate in ogni appellativo, da cui si può desumere la scala di tutte le qualità attribuite alla purità. Essa è chiamata Santa Madre di Dio (si badi madre del Dio e non del Cristo, Sancta Dei Genitrix); santa Vergine delle Vergini; indi Mater Christi! Questo terzo appellativo è differente dal primo, ma ha un valore tutt’affatto diverso anche come filosofia. Indi Madre delle Grazie Divine, Salute degli Infermi, e quindi seguono tutti gli altri appellativi di laude. Il Medio evo cristiano la innalzò come baluardo e vessillo di combattimento contro i Mussulmani invadenti, cioè contro la religione che mette nel suo vessillo il crescente lunare, lo stesso che il cattolicesimo pone sotto i piedi di Maria Immacolata – impropriamente chiamata Maria per concezione; giacchè l’ebraico e il siriaco Maria non vuol dire solo esaltata come in greco Maria, ma domina maris ed amaritudine mare, nomi tutti devoluti alla Luna, che il simbolismo cattolico mette sotto i piedi dell’Immacolata o Vergine delle Vergini e non di Maria mater Christi, né dell’Addolorata trafitta dalle sette spade…Questo simbolismo della Pura Concezione è anteriore di centinaia di secoli al cristianesimo. L’Iside velata egizia e le divinità muliebri o lunari delle monarchie assiro-babilonesi ne fanno testimonianza.E’ il culto più elevato filosoficamente e magicamente parlando – ma il culto si presta a decadere nei riti e nelle cerimonie sacrileghe di esaltazione mentale con delle coercizioni e imprecazioni tutt’affatto materiali. In questo caso non poco frequente, l’idealità purissima si confonde con una decadenza spirituale dell’effigie magnetizzata ed incantata per produrre determinati effetti: così ad ogni immagine risponde un titolo e ogni titolo al desiderio di una grazia o di una soddisfazione di bisogni personali. (A, 287-294) - Tutto in Magia pratica procede per amore; Amore è intelligenza divina, cioè è stato di comprensività, è intuito di abbraccio divino tra la materia finita e il mondo infinito. Ogni evocazione o invocazione è uno sforzo di comprensività.
Questo sforzo, se è per finalità inferiori, cioè per corpi finiti, di vita evolutiva determinata, è involuzione dell’essere proprio nella vita infera (inferno, diabolismo, stregoneria). Se invece tende a Dio, cioè al supremo infinito Onnipotente, è evoluzione (paradiso, magia divina). L’operatore con lo stesso nome può evocare o invocare. La chiave di ogni pratica è l’Immacolata concezione. Come pensi così evochi, come concepisci così crei – però l’atto magico della Concezione non si intenda che sia o possa essere effetto di meditazioni e di veglie lunghe. In Magia la Concezione è un lampo, è una fulminea operazione della nostra psiche, cui concorrono due fattori grandi: la educazione perfettissima del corpo fisico e intellettuale. La volontà del bene e del male. (A,306-307) – L’ascenso religioso è il desiderio del ritorno allo stato primo dell’Adamo. La preparazione magica è la purificazione di cui la Vergine Immacolata, senza macchia, è il simbolo più nobile del Cattolicesimo. I poteri spirituali non si acquistano né diventano effettivi che così. Inutile tentare altre vie. (C,I,78) – Il neofito non è un mago che ai piedi dell’Iside, quando ha mangiato le rose di cui orna il vecchio Apuleio il suo asino riumanizzato (A,343) - Questa purificazione o lavacro della immondizia umana sullo spirito umanizzato, si ottiene per iniziazione in magia operante e per ascetismo in natura religiosa. (Corpus) - Il simbolo della Vergine col bambino Gesù è della madre che ha partorito nella purità l’Emanuel Raggiante. Lo studioso di filosofia occulta piega il ginocchio innanzi ad un’immagine della Madonna del Reni o del Raffaello e prega: “Ave Maria, quae es in coelis, io ti prego, ti imploro che tu mi porti al tuo trono”. La preghiera arriva e la Mater divinae gratiae parla in lui. I fedeli cattolici aspettano la grazia di là, di fuori se stessi. L’iniziato non aspira che alla trasformazione del metallo grezzo nell’argento (corpo lunare-Maria) e poi nell’oro perfetto (corpo dell’Ibi mercuriale che contiene il Sole, spirito santo, Paracleto) (Corpus) – Perciò tutte le preparazioni sacerdotali di tutti i tempi prescrivono la stessa ricetta, ed il Cristianesimo dà la mano alla magia operante. Il Darmesteter cita l’Asha dei Parsi… (che) è la purità e comprende tre cose: buoni pensieri, buone opere, buone parole… Il neofito del primo rituale cristiano vestiva di bianco, in segno di candore (candidus da cui candidato) e la veste bianca si è conservata per il prete cristiano che celebra… perché il carattere della scienza divina è bianco come il colore del crescente lunare che è messo sotto ai piedi della Vergine Senza Macchia (A,12 -14) - La Maria cristiana nelle sue diverse forme (Mater dolorosa, Mater gaudiosa, ecc.), la Diana pagana, l’Astarte caldea, la Iside egizia, sono impersonamenti del concetto lunare anche nel significato oggettivo delle forme visibili. (Le parole purità e impurità sonoassolutamente proprie in magia e si riferiscono al concetto ispiratore degli atti e non agli atti. Questo io avviso affinchè non nascano equivoci con le dette parole. Un atto di qualunque genere può essere puro e impuro…) (Corpus) - Il Mondo corrisponde all’insieme della sensibilità umana che sta in contatto con la società esterna o profana. Dice Tommaso da Kempis: Ista est summa per contemptum mundi tendere ad regna coelestia. Cioè disprezza il Mondo e arrivi al Cielo. Che cos’è questo mondo che si deve disprezzare? I sensi: vanità delle vanità, vanitas vanitatum, dice il monaco officiante. Il mondo è la materia, le sensazioni della materia, illusione dell’effluvio della materia, la società umana irredenta spiritualmente, l’orgoglio, l’ambizione, il seguire i desideri della carne. Questo mondo del sacerdozio egizio il medioevo lo chiamava mondo sublunare, cioè variabile o mutabile sì come la luna: non vi può essere Immacolata Concezione senza mettersi il mondo sublunare o la luna sotto i piedi (A,327) - Il simbolismo cristiano ha fatto man bassa sulla carnalità dei Gentili ed è passato sulle forme divine come un soffio purificatore. L’Immacolata Concezione, cioè la Concezione Immacolata della Divinità pura, prende il posto della forma sensista di tutte le favole antiche. (Nota 1: SM,I,121) – I libri sacri, come i Veda e la Bibbia, e le religioni classiche, presentano tutti la storia dell’anima e dello spirito dell’uomo sotto plastiche manifestazioni oggettive, diversamente i volghi non comprenderebbero. Cito alcuni esempi comuni: Minerva che esce armata dal cervello di Giove, non è una creazione artistica del pensiero sapiente che esce dal cervello di un uomo, evoluto al grado di assidersi re dell’Olimpo, cioè degli alti strati sociali? Il Cristo, figliuolo di Maria, è lo spirito miracoloso detto divino che risiede in noi, ma che non si manifesta se la Maria, cioè l’anima umana perfetta, vergine e monda dalle sozzure, non lo concepisce. Il libro della Genesi è fatto tutto con questo linguaggio oscuro dell’antico sacerdozio: e i preti cattolici e protestanti, nonché i commentatori di Darwin che criticano la Bibbia senza saperla leggere, fanno pietà. La stessa Rosa-Croce (società secreta antica) è un simbolo dell’anima. (nota 2: SM,III,259) - Gli studiosi di Cabbala…temono sempre l’esplicazione chiara delle idee fondamentali dei primi principi – per essi il solo fatto di esporre per mezzo di parole scritte o parlate i secreti della più pura concezione, rappresenta una profanazione – perché è la violazione della vergine, cioè la materializzazione dell’atto di possesso di un ideale illimitato nel fango della materia concreta….La Cabbala dei vecchi rabbini è la Immacolata Concezione, di fuori ogni lordura della prevaricazione umana. (A,278) – Myriam è lo stato di purità verginale che fa nascere il Cristos miracoloso nell’uomo, cioè il Verbo divino fatto carne, oppure è lo stato operante per amor fraterno (come nel simbolismo ebreo) che dà possanza alla verga del potente Mosè, il salvato dalle acque, cioè il principio divino mentale che regge in noi e dà legge a tutto il mondo dell’anima umana in ogni singola manifestazione interiore ed esteriore. (SM,III,259) – Senza la purità non è possibile il sacrificio pel tuo simile, e senza di questo è impossibile l’amore. L’amore è purità e sacrificio insieme, che penetra la parola occulta dei Cieli invisibili e ne conquista la Scienza. (SM,III,268)- L’odio, la necessità, il dolore sono spiriti della falsa concezione della Vita, poiché l’innocenza che è purità di coscienza libera, non concepisce nessuno dei tre termini; … una è la Legge, una l’esistenza di tutte le cose, una è la matrice di ogni forma sensibile e…fuori di quest’unica verità non esiste che la follia ragionante, la quale ha trovato che l’uomo imperfetto debba sperare per grazia e che la vita eterna degli spiriti si svolge fuori la potestà della materia che è l’unica legge, l’unica essenza, l’unica matrice di ciò che fu, che è, che sarà in eterno sulla terra e in tutti gli astri del firmamento.[b]

UN ABBRACCIO, ALESSANDRO
SONO FELICE DI ESSERE QUI

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
 
La Concezione Immacolata commentata da Giuliano Kremmerz
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Festa dell'Immacolata...
» argomenti per un dibattito Ateo-Religioso, dal punto di vista storico.
» CAMPANIA - Giugliano in Campania (Na) - Clinic Center HERA - Centro HERA srl
» torta all'acqua di giuliano ubezio

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SPHCOSCIENZA DI LUCE ERMETICA :: BENVENUTO SU:COSCIENZA DI LUCE: :: ESOTERISMO :: ERMETISMO-
Andare verso: