SPHCOSCIENZA DI LUCE ERMETICA

forum dedito all'informazione del risveglio di coscienza: IL NOSTRO SITO è: http://www.alchimia.onweb.it/it/home
 
IndicePortaleCalendarioGalleriaFAQCercaLista utentiGruppiRegistratiAccedi

Condividere | 
 

 INIZIAZIONE: COS'E'

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 21.03.12
Età : 61
Località : Pesaro

MessaggioOggetto: INIZIAZIONE: COS'E'   Gio Ott 10, 2013 4:17 pm

Iniziazione : cos’è
Di Nikas
(argomento sul percorso iniziatico ermetico)

A prescindere da tutto quanto ci si è detta di essa dalle letture di libri esoterici di cui trattano tutti in chiave simbolica di questo percorso,dobbiamo dare in sede attuale una chiara specificazione dell’argomento che allo stesso tempo diventa chiave di apertura verso il problema stesso. Sorvolando adesso per l’appunto sui viaggi iniziatici descritti dalle stesse scuole che ne formano il contenuto esteriore,approfondiamo adesso l’argomento nella parte più intima della stessa sua natura.

La vita di tutti gli esseri vuoi umani ed anche animali è retta da qualcosa di veramente terribile che potremmo definire mostruosità . Questa mostruosità  allo stesso tempo ne ha caratterizzato l’intima natura e la personalità. Difatti la natura reale matrice di luce quale realtà essenziale dell’uomo potremmo sintetizzarla nel ternario di Spirito Anima e mente quando fuse si riconoscono in una sola coscienza perdendo ogni loro individualità acquisita con la scissione in tre coscienze dall’unica unità ch’era come mente o coscienza Assoluta.
Tale mostruosità velata simbolicamente nella nostra materia di studio dal Drago  Verde come anche dalla Luna nera di Lilith,ossia Brama,la sostanza primordiale o grande Agente Magico. Tale forza assume aspetto negativo e distruttore dell’umana intima natura quando la stessa Essenza Reale acquista la scissione come sopra detto,ma non va ignorato che allo stesso tempo questa forza bramosa è anche la materia prima dell’opera,in quanto essa stessa purificata e levigata offre all’operaio dell’arte la possibilità di ottenere il suo compenso,ossia la luce,l’oro o acquisizione di coscienza oltre che la percezione di se stesso come rinato e di natura rinnovata.

Ma allora in che consiste iniziazione.

L’iniziazione richiede innanzitutto una ferma posizione di status in cui il soggetto vive come stato di sofferenza percependo nell’intima sub specie interioritatis un agonia causata da un insofferenza verso la vita che fa e,della voglia di cambiarla e di estromettersi da essa con tutte le proprie forze. È consapevolezza di cui archetipicamente riceve dall’anima o natura profonda stimoli vibratorie che nel trasmutarsi in fonema sente il bisogno di cambiare. Ma cambiare cosa,se non conosce nulla e non sa nulla dello stato in cui vive secondo le teorie ermetiche. E’ allora che nasce l’interesse per tutto quanto è di celato e di occulto nella speranza di sapere qualcosa. E fa ricerche,ricerche e ricerche e se è fortunato ed ha afferrato il filo conduttore giusto che lega i suoi problemi alla libertà forzata dalle proprie forze per ottenere la libertà di essere ciò che sente secondo la voce de profundis dell’anima e di afferrare il concetto che nulla siamo se non Coscienza,Mente pensante legata da fili sottili e trasparenti a qualcosa di più superiore del se esteriore,ma che toccano le proprie facoltà sensoriali e spirituali,allora sente il bisogno di muovere i primi passi verso il cammino della realizzazione iniziatica,quella del spogliarsi dal falso e non rivestirsi ma osservarsi libero nella Realtà che è intima Essenza partecipante all’intima Essenza della divina natura.

L’iniziazione vera,quella autentica che sa di libertà,che non è soggetta a circoscrizione,regole e dogmi non si riceve per l’appunto in una confraternita ne in un ordine iniziatico di qualsiasi specie esso sia. L’iniziazione vera la dà il Guardiano della Soglia,che non dobbiamo confondere con un parassita larvale,ne alieno,ne demoniaco. In quanto il Guardiano della Soglia e Maestro è lo stato di identità di Eone dell’identità dell’Essere Intimo dello stesso iniziando. Un tempo il G.d.S. veniva dato per un qualcosa diverso dall’essenza dell’iniziando,attribuendogli identità angelica o di spirito guida ecc. in realtà dalle mente risvegliate,dai maestri anche del buddhismo e dai maestri ermetici di valore del tipo Kremmherz hanno ben spiegato questo arcano. Nella chiave di scuola genuina ermetica non esistono gli angeli e demoni,neanche nella corrente buddhista. Questi sono si per principianti presentati come deità,ma alla fine nei gradi superiori si scopre che dei,angeli e demoni sono figure di forze controllabile e incontrollabile della potenza disordinata vuoi intelligente o schizofreniche dello stesso individuo che attraversa la via.

La vera iniziazione è l’autoiniziazione,perché nessuno mai potrà insegnare la verità che è singolare e individuale per ogni individualità. L’iniziazione di un maestro di ordini organizzati e confezionati ad oc non è la stessa che necessità l’individualità del discepolo. Ogni individualità contiene la sua forma matrice diversa l’una dall’altra e anche il raggiungimento dell’opera è diversa per ogni praticante di arte iniziatica. Perché questo: perché ogni Essenza,ogni Anima,ogni Coscienza,ogni individualità che viene e accetta la vita in questo inferno di mondo materiale avrà automaticamente un esperienza diversa l’una dall’altra e diversa da tutte le altre Essenze in vita da noi. Le esperienze personali sono le lezioni di vita iniziatica che un iniziando percorre sulla sua via,ma ciò che differisce di più sono le spinte archetipe,vere forze di comunicazioni e di rivelazioni al suo assistito che dapprima smuovono le acque profonde del subconscio per arrivare sotto forme di rivelazioni ermetiche alla mente oggettiva dell’iniziando.

Quindi i Maestri o Maestro non va cercato nell’esteriore natura ma nell’intima del più profondo stato di identità dell’Essere    Io Sono che man mano si va avanti più si conosce e si rivela. Il maestro comune,anche il più grande è una figura simbolica   di negazione all’espansione di visione coscienziale dell’iniziando. Esso è la delimitazione,una barriera posta,una dualità che indica il contrario della massima,a iniziatica che conduce all’Unità dell’Essere. Per questo il maestro è sempre una figura solare rispetto alla figura lunare e passiva dell’iniziando. L’iniziando sebbene riceve la luce del solare attivo  maestro,non sarà mai allo stato di poter riflettere e  illuminare o di illuminarsi nella coscienza. L’iniziato,passivo,come la luna assorbe ma non riflette,ma cessato la luce del maestro non assorbirà neanche più quella. Per cui e per questo il vero maestro deve essere interiore,il superiore nostro identity,che continuamente illuminerà la mente esterna del mondo della materia,e la coscienza acquisterà sempre maggior consapevolezza di se.
L’iniziazione non èl’accumulo di tanto sapere esoterico,l’aver letto tutti i libri della materia e acquistato una grande conoscenza di esso. L’iniziazione è essere ciò che si conosce,si è ciò che si è imparati. Potrei conoscere anche tutti i simboli alchemici,tutto il rituale iniziatico ed aver raggiunto il più alto dei gradi,ma se non sono riuscito a controllare anche in minima parte il carattere,i vizi,l’egocentricità:solo per indicare quegli aspetti più elementari della buona società,quelli della religiosità e della buona fede(che manca a molti maestri)senza menzionare gli aspetti e le battaglie fatte sul piano sottile della reminiscenza. Un passo iniziatico,senza la coscienza di effettuarlo consiste in uno dei tanti eventi della vita che affrontiamo nella vita giornaliera. Prendiamo l’esempio del vizio del fumo. Cos’è il vizio del fumo? Come tanti altri è un piacere o benessere psicologico illusorio acquisto sotto la dominazione di brama,la mostruosità,l’ente che modella la nostra vita conforme secondo la legge che regola la vita virtuale,irreale del proprio Io. Insomma è uno delle tante maglie della rete esoterica che imprigiona la nostra realtà essenziale. Ora fare magia iniziatica,è trasformare,cambiare,mettere in atto una forza,una leva che solleva questo maglio dalla nostra natura.

Questo atto,questa forza che è solare perché parte da un principio di iniziativa interiore che poca ha che fare con la coscienza bramica determina un principio di sofferenza dovuto all’astinenza periodica dal fumo. Ma questa sofferenza non tocca la natura intima,ma la natura bramica …. l’animale in noi,la matrice caotica disordinata come forza e potenza nulla vuole cedere alla natura essenziale reale,teme la consapevolezza di coscienza dell’iniziando proprio come un presunto mago o medium teme il vero mago,o un suonatore ambulante davanti a un artista della musica. Ma questa sofferenza bramica,non va respinta,essa la sofferenza diventa da principio comprensione e compassione nello specchiarsi nelle sofferenze altrui dopo averla sperimentata in tutta la sua violenza. Questa brama o essere subconscio,il demone interiore della bassa luce riflessa,(perché quella alta del’anima e della coscienza superiore mercuriale in lei si riflette)va addolcito e cambiato come la bella ha fatto con la bestia. Sono figure archetipale,che raccontano come le proprietà animiche,vere forze della matrice superiore possono attraverso la coscienza ordinaria trasformare la propria intima natura fino ad ora bestiale.

Si: abbiamo detto che il vero maestro è dentro di noi ,non all’esterno. Lasciamo stare gli angeli,le vergini,i santi e le divinità la dove stanno(nell’immaginario collettivo dell’akasha irreale che regolano il samsara della vita umana),e cerchiamo dentro la natura intima nostra. Forse l’opera iniziatica alchemica-ermetica non inizia trovando la materia prima che si trova ovunque e bisogna solo riconoscerla? E questa materia prima siamo noi,l’intima natura velata dal falso demone della nostra personalità esteriore. Ma allora il maestro iniziatico dei discepoli a cosa serve?

Esso serve a tutto(un attimo: stiamo parlando del vero maestro eh: non dei ciarlatani.) egli diventa il possessore dei misteri,l’indicatore della via,il buon pastore che guida il discepolo. Egli ha valore del 99,9%  sull’andazzo del discepolo.  Ma questo valore è virtuale,irreale di fronte a quello 0,1% che l’allievo possiede,ma che questo valore interno dell’allievo è il vero potere reale capace di compiere tutto il magistero alchemico. Il maestro indica la via,l’allievo deve camminarci e superare tutti gli ostacoli in essa inclusa. Darsi completamente ad un maestro anche nelle esperienze pratiche di trasformazione del se,è come darsi nelle fauci di un leone,non perché il maestro lo plagiasse,ma perché il pericolo va conosciuto nell’intima natura propria personale di cui la guida può si indicare ma ricordiamo che le esperienze diversificano l’una dall’altra tra maestro e discepolo. Un maestro può vedere un demone pericoloso la dove l’iniziando si vede il demone pericoloso,ma sa che quel demone attraverso rivelazione archetipale dell’anima,non è altro che il suo demone di paura e che non va ucciso(sarebbe la rovina)ma va calmato,contrattato,nutrito e trasformato.

Dalle esperienze acquisite da molti allievi si viene a sapere che quando erano forti praticanti religiosi,fedeli del culto e praticante delle norme, seguaci della vergine e dei suoi messaggi,del Cristo e della sua buona novella d’amore, di notte sognavano demoni ribelli che li assalivano,li terrorizzavano,facevano lotte,battaglie tra cielo e terra,ed essi forte del nome del loro dio fronteggiavano i demoni. Quale grande gioia quando al loro parroco raccontavano il sogno e si sentivano dire” combattete sempre nel nome della vergine e del signore”.
Ma alla luce della scienza della vera Luce della verità,quella della mente risvegliata e coscienza acquisita,si diventa consapevoli che le cose stanno diversamente,gli eventi sono al rovescio. La dove la propria natura animica,sensibilizzata dalla personalità religiosa acquisita sente il bisogno di comunicare con il proprio contenitore(corpo mentale) e di rivelargli di andare oltre,sensibilizzarsi di più alla natura superiore oltre il velo della fede. Vuole che la coscienza si apra e diventa consapevole di essa,vera essenza e natura reale dell’Essere Dio in noi. Allora tutti i tentativi di comunione quasi diventano inutili,perché il fedele oscurato nella coscienza dai paraocchi della fede non va oltre il limite della stessa. Ma all’interno  del fedele,tra mente,psiche,inconscio,subconscio avviene una reale attività di tentativo di relazione tra l’alto  e il basso del fedele. Ecco che di notte nel sogno ciò che il fedele inconsciamente e inconsapevolmente trattava con l’anima ma rifiutava per via della fede,qui abbiamo il rifiuto animico sotto le spoglie del demone,archetipe che la mente costruisce quale suo avversario rifiutando il contatto con anima.
Tutto ciò che anima ha racchiuso come valore spirituale per insegnare al fedele ,questo secondo la sua formazione religiosa lo trasforma in demone avversario. Ci lotta,usa la sua fede,ma non sa che dietro quella figura si nasconde la voce anelante di anima che vuole essere uno con la coscienza ordinaria,seguendo poi un percorso di trasformazione,di morte e di rinascita della stessa. Ma la fede dice no: l’oscurità causata dai paraocchi fa si che l’essere umano segue solo ciò che gli indicano di vedere e seguire,oltre non è possibile.
Perché dico questo;perché per quanto possa essere utile il maestro,potrebbe essere inutile per esperienza e natura diversa del discepolo. Il maestro è la sintesi di questo: “ ecco,ti ho detto tutto,sai tutto,ora prosegui per questa via che è la tua via; oltre non posso seguire il tuo cammino,impossibilitato perché io sto proseguendo il mio”. Cioè le strade interiori sono diverse. Si dice che ogni strada porta a Roma,giusto: ognuno segue la sua,poi ci incontreremo a Roma(nella unica Mente dell’Assoluto).

Ogni iniziazione richiede sempre una fase passiva del discepolo in atteggiamento davanti al maestro che è attivo. Dalle teorie ermetiche si ricava che il maestro in questo caso è la forza solare,mentre il discepolo è quello lunare ricettivo. Per questo anche la formazione psicologica è isiaca,cioè compartecipazione a qualcosa che tiene unito il gruppo sotto la guida solare del maestro. In ogni esempio della vita comune evince questa legge o norma. Come nelle costituzioni scientifiche,politiche o religiose,anche nell’esoterismo questa legge prevale. Poi secondo l’eone occulto,l’invisibile forza elettromagnetica astrale ,l’identità e personalità di questa occulta forza che sta al disopra del maestro ne determina anche il carattere della comunità o catena iniziatica. Difficile per l’allievo capire le intenzioni di chi guida il gruppo,le finalità e tutte quelle cose nascoste che si celano dietro ogni scuola del genere. Non mancano episodi di persone che hanno perso tutto e di tutto in senso materiale e spirituale. Tutta la simbologia e la ritualogia potrebbe avere un fine che va ben oltre le intenzioni del novizio. Fini che sono sconosciuti anche agli alti gradi della società occulta.

Essi agiscono sempre credendo di agire per un fine iniziatico a fini di completezza della propria realizzazione,ma alla fine si accorgono di aver agito solo per uso e scopo dell’entità che guida e governa il gruppo.
Quando un discepolo nella sua fase di principio di cammino sul sentiero della magia iniziatica,obbligatoriamente è soggetto secondo gli insegnamenti universali dell’iniziazione a ricorrere a mezzi di purificazione progressivi,affinchè dopo prove  e prove di lavoro su se stesso,possa acquisire una minima percezione di se stesso,la propria consapevolezza di essere oro. È proprio in questa fase,preceduto dalla conoscenza del grande inganno prodotto da vie scientifiche,politiche,religiose e occulte  che si inizia a capire l’archetipe forza eonica della sua natura. Ossia la percettiva sensibilità dell’essere superiore che porta dentro di forza e potere che va oltre ogni presupposto di misticismo e idolatria. Questo eone,potrebbe essere anche più di uno,due,tre o altri ancora,che infondo sono gli stati,o dipende dagli stati di coscienza diversa che l’iniziando ha costruito nel corso della sua vita o di tutte le sue vite vissute nel tempo. Questa è la fase iniziatica della Nigredo,le sue coscienze,i demoni si presentano come i colori dell’arcobaleno,in quanto rappresentazioni di onde elettromagnetiche che attraverso il prisma della virtualità rifrazionano in essa lo spettro dei colori dell’anima che in sostanza non ha colore se non attraverso questa rifrazione di essa nella virtualità. È l’approssimarsi della presa di coscienza,cozione vera e propria del Vaso Alchemico(subconscio)ai incomincia a separare il sottile dal fisso e il grezzo dal puro. Gli strati interni della coscienza superiore a quella densa ordinaria si separano da essa. Si diventa consapevoli che essere è ben diversi da dal modo di essere stato essere fino adesso. In questa fase,la densità materialistica del pensiero stesso cade davanti al pensiero puro. È la liberazione dai metalli pesanti,dalle incrostazioni sulfuree che ricoprono il piombo che copre a sua volta una minima particolarità d’oro contenuta all’interno della sua plumbeità. Sempre in questa fase troviamo ciò che in alchimia viene descritto come ribollio del nostro pentolone,ove dall’alta ebollizione si ha la fuoriuscita del brodo nelle sue parti più degradate. È la morte della vecchia natura,di tutto i  pensieri e di tutto quanto possa esistere come irrealtà pensante e di natura animale originatosi e che hanno preso esistenza in tutte le nostre vite. Di tutto quanto ribolle nel nostro vaso.

Tutto questo procedere però non è inteso che venga operato e istruito ai discepoli delle scuole che si definiscono iniziatiche. Ripeto: “questa è la tua via,quindi procedi”. Nelle scuole penso che simili insegnamenti vanno a cadere negli esperimenti di medianità e di tutto quanto a ch e fare con spiritismo e comunicazione attraverso canali psichici degli stessi partecipanti. Gli stessi viaggi astrali che dovrebbero essere esercizi su se stessi per separare il denso dal sottile diventano fenomeni ipnotici di bassa qualità misti a trance lucide e non. Insomma una caduta o deviazione di percorso che voglio mettere in guardia a chi a loro si affidano.
La fase dei colori alchemici durante le operazioni sopra descritte non indicano un raggiungimento di qualcosa, si è ancora ben lontani dalla formazione del corpo sottile mercuriale dal momento che l’intera opera della Nigredo non è ancora completata. Per costruirsi questo secondo corpo di vita(coscienza sottile e percettiva della luce superiore) bisogna completare ancora il ciclo della purificazione della psiche subcosciente. Il subconscio contiene di tutto e di più,bisogna rasettarlo senza fargli perdere le qualità positive che contiene per l’opera. Il subconscio è il vaso non solo personale,ma anche della collettività samsarica e se ha molti buchi che permettono il continuo travaso dal samsara akaschico non si finirà mai di purificarsi fino a che non si chiudono tutti i buchi. Questi buchi sono vere  e proprie debolezze psichiche  facile all’influenza della psiche collettiva,di parassiti,di demoni,larve ,alieni,idiozie religiose e di tutto quanto vive all’esterno del nostro vaso.

Nella virtualità della coscienza che ha raggiunto già questa fase,ossia la visone della rifrazione della luce superiore in quella della psiche inferiore,si manifestano caratteristiche caratteriale nascosti della personalità,entità psichiche nascoste a noi stessi che in cromatopia definiamo il colore arancione,cioè a dire i falsi poteri della psiche,le illusioni,le speranze vane,tosto smentite  dalle delusioni    e spesso dalle reazioni,negative dell’incauto.
In questa fase,anche nelle tre coscienze di spirito,anima e mente rivelano quelle forze psichiche nascoste che vanno ulteriormente purificate. Deità,sentimenti religiosi che non vogliono morire,si presentano come santi,dei,Cristi e Madonne che hanno vissuto a nostre spese nelle più profondità remote della nostra coscienza riflessa nelle tre di anima mente e spirito. Forze ataviche trasmessoci ereditariamente dagli avi degli avi nostri fino ai nostri progenitori,nonni e di tutto quanto a essi ci legavano col dna.  
Questa fase degli dei è la vera durezza,turdità dell’animo(non anima)nostro nascosto ed ultimo a volere morire. È la parte più densa e pesante ma allo stesso tempo sottile della nostra natura da uccidere,almeno per chi vuole proseguire il viaggio alla ricerca di se stesso. È la vera Terra che viene indicato nell’ermetismo e nell’alchimia iniziatica. Quando si parla di essa non si intende la terra esteriore ,la psiche e i suoi difetti facili o difficili da correggere,ma a quella intima natura di brama,energia immortale,pesante per l’anima e che noi osserviamo nelle pietà simboliche delle divinità. In alchimia è chiamato Lattone,da Latona-Terra,cioè il proprio occulto(ed anche il fisico),solo dopo,quando si è riusciti a liberarsi di questo demone,si è rinati alla luce,ci si osserva come mente,coscienza e non come oggettività materiale si può effettivamente iniziare la preparazione del Corpo Glorioso.

Fine prima parte

Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://coscienza-di-luce.forumattivo.it
Ale

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 09.06.12
Età : 48
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Re: INIZIAZIONE: COS'E'   Sab Ott 12, 2013 4:15 pm

Dubbi che sembravano indistruttibili da chissá quanto tempo, cadono come foglie al vento... é l'autunno qui!!!
Un abbraccio, Ale
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ale

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 09.06.12
Età : 48
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Re: INIZIAZIONE: COS'E'   Mer Ott 16, 2013 3:48 pm

Ma c'é la seconda parte ?
Saluti, Ale
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 21.03.12
Età : 61
Località : Pesaro

MessaggioOggetto: Re: INIZIAZIONE: COS'E'   Mer Ott 16, 2013 3:55 pm

certo che c'è: ma siccome sto operando per ordine anche sul sito,dobbiamo aspettare che si coordinano anche le altre cose,proprio per cui ci si ha già tempo per meditare e studiare l'argomento in senso profondo.
a breve metterò un post di coordinamento di studi da seguire sul sito. le lezioni non saranno complete nelle sue pagine ,ma spedite solo a chi si registra nel forum. che ne pensi?

c'è una nuova iscritta; visto?

ciao: nikas
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://coscienza-di-luce.forumattivo.it
Ale

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 09.06.12
Età : 48
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Benvenuta Waira   Mer Ott 16, 2013 7:49 pm

Per me va bene così Nikas e colgo l'occasione per dare la benvenuta alla nuova iscritta Waira
Saluti, Ale
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Ale

avatar

Messaggi : 56
Data d'iscrizione : 09.06.12
Età : 48
Località : Napoli

MessaggioOggetto: Re: INIZIAZIONE: COS'E'   Lun Ott 21, 2013 8:12 pm

PLOTINO
Agli Dei farsi simili: non già agli uomini da bene.
Non l’essere esenti dal peccato, ma l’essere un Dio – è il fine.
Lo stato di essere, è nell’essere presente.
Ogni essere è in atto ed è atto.
Il piacere è l’atto della vita.
Le anime anche in questo Universo possono essere felici.
Se non lo sono – esse stesse accusino; non l’Universo. Esse hanno ceduto in questa lotta, o la ricompensa corona la virtù.
Vi è chi è senz’armi. Ma chi ha armi, combatta – non c’è un Dio che combatta per coloro che non sono in armi.
La Legge vuole che la vittoria in guerra sia ai valorosi: non a chi (passivamente) prega.
Le sensazioni sono le visioni dell’anima addormentata.
Tutto ciò che dell’anima è nel corpo, dorme. Uscir dal corpo, è il risveglio vero. Cambiare esistenza con un corpo, è passare da un sonno ad un altro sonno, da un letto ad un altro letto.
Destarsi veramente, è abbandonare il mondo dei corpi.
N.B. (Non si interpreti però grossolanamente l’uscir dal corpo e l’abbandonare il mondo dei corpi: Si tratta essenzialmente di un cambiamento interiore, dell’integrarsi nella «natura intellettuale priva di sonno». E questa è la vera realizzazione iniziatica e metafisica.

un abbraccio, Ale
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente
Admin
Admin
avatar

Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 21.03.12
Età : 61
Località : Pesaro

MessaggioOggetto: Re: INIZIAZIONE: COS'E'   Mer Ott 23, 2013 4:09 pm

con queste parole Plotino ha detto tutta la verità.

ricordati che tu sei un deo e lo porti nascosto
in quella forma irreale che sei.
dagli la possibilità di farlo uscire fuori
e stai lontano da ogni credo e ogni fede,
tu sei dio e da dio ti devi trarre fuori
da ciò che sei virtualmente.

Nikas
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://coscienza-di-luce.forumattivo.it
Contenuto sponsorizzato




MessaggioOggetto: Re: INIZIAZIONE: COS'E'   

Tornare in alto Andare in basso
 
INIZIAZIONE: COS'E'
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Il senso feticista del papa

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SPHCOSCIENZA DI LUCE ERMETICA :: BENVENUTO SU:COSCIENZA DI LUCE: :: ESOTERISMO :: ALCHIMIA-
Andare verso: