SPHCOSCIENZA DI LUCE ERMETICA

forum dedito all'informazione del risveglio di coscienza: IL NOSTRO SITO è: http://www.alchimia.onweb.it/it/home
 
IndicePortaleCalendarioGalleriaFAQCercaLista utentiGruppiRegistrarsiAccedi

Condividere | 
 

 INIZIAZIONE : conoscenze di base sulla costituzione umana parte 2

Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Andare in basso 
AutoreMessaggio
Admin
Admin


Messaggi : 114
Data d'iscrizione : 21.03.12
Età : 60
Località : Pesaro

MessaggioOggetto: INIZIAZIONE : conoscenze di base sulla costituzione umana parte 2   Sab Dic 21, 2013 5:52 pm

facoltà mentali

La teoria della conoscenza fa parte propriamente della Mente e tratta,come tale,dell’origine dell’essenza e del concatenamento di tutte le nostre rappresentazioni. La Mente è il nostro laboratorio alchemico. Tutte le nostre rappresentazioni sono la base di cui come esseri intelligenti noi siamo e ci rappresentiamo sia in senso di Intelligenza che di Ragione,cioè del lavorio o rapporto simbiotico tra ciò che chiamiamo Spirito e Anima,tra la Volontà e la Ragione.
Queste rappresentazioni si dividono in due classi:
1. a priori: primitive,sensibili(intelligenza)
2. astratte: derivate. (ragione)

La facoltà di avere rappresentazioni sensibili è l’intelligenza(υους mens,mente(che simula la Mente del Divino),) . il processo di lavorio della mente deve dimostrare come l’intelligenza mediante le sue funzioni innate e per effetto di uno stimolo esterno(il lavoro dello spirito o Volontà) che agisce sui sensi,quasi sue propaggini; queste attitudini) : 1) produce rappresentazioni sensibili. 2) ricerca la reciproca connessione fra tali rappresentazioni.

La facoltà di avere rappresentazioni astratte è la ragione(λογος logos,ratio). La Mente deve dimostrare come la ragione (lavorio dell’Anima)elabora la materia fornita dalla percezione per trasformarla in concetti,e come formare giudizi e conclusioni,e qui abbiamo la logica. Operare con concetti si chiama Pensare. Le vibrazioni dell’aria ambiente,per mezzo dei quali noi ci comunichiamo a vicenda i nostri pensieri,sono le parole del linguaggio. Il linguaggio è la manifestazione o espressione sensibile sonoro del nostro pensiero. Poiché non solo noi le udiamo,ma anche li comprendiamo,perciò la facoltà che in esse si estrinseca si chiama nel suo insieme ragione.
Ora per non entrare troppo nella profondità del discorso che ci allontanerebbe dall’intento di far comprendere l’Essenza Reale della nostra vera identità, concludiamo col dire che non bisogna pensare di possedere uno spirito,un anima e una coscienza che attraversa la mente si rivelano. Non dobbiamo più pensare e ne dire che siamo fatti di spirito di anima ecc. ma convincerci sotto il lume della ragione e della logica che noi siamo qui su questo piano una mente unica e sola con facoltà spirituali e animiche ,Volontà e Ragione. Su questo piano esistenziale della nostra dimensione abbiamo una mente la cui coscienza fa da termometro misuratore del nostro grado di risveglio che è la somma di rivelazione di Spirito e Anima ,ossia di Volontà e Ragione che attuano attraverso la mente e la cui Intelligenza fa da riferimento ad un attitudine verso aspirazioni alla sostanza e all’essenza della nostra Intima Natura Reale, e non gratificata per quanta possa sembrare nella realtà virtuale del mondo materiale. Ciò che potrebbe essere di Intelligenza verso questo mondo potrebbe essere una forma di ignoranza rispetto a quello della natura Reale; e viceversa: ciò che potrebbe essere intelligente e rivelata come Intelligenza per il mondo Reale potrebbe essere di ignoranza alla vista del mondo virtuale.
Ai fini iniziatici,ora occorre comprendere questo. Non è lo Spirito o Anima che deve evolversi,essi non hanno bisogno di nessuna evoluzione in quanto sono fuori dal sistema evolutivo perché essi sono quello che sono per se stessi non soggetti ne al tempo,ne allo spazio e ne alla causalità del mondo fenomenico. Il loro status di essere Intelligenza Vivente non ha bisogno una causa o un motivo di evoluzione perché essi hanno creato il mondo fenomenico ove si richiede un evoluzione come la si richiede all’intero creato. Nella loro manifestazione,nel loro affacciarsi attraverso la mente virtuale non è che decadono o perdono il loro stato primordiale,ma è la nostra mente virtuale che crea questo bisogno necessario evolutivo. E questo processo,questo grado evolutivo lo si può misurare attraverso la coscienza che pesa e decodifica come la coscienza acquista in se volontà e ragione d’Essere della Realtà Interiore. Noi siamo ciò che Spirito e Anima manifestano attraverso la mente mediante il cervello quel grado di consapevolezza che abbiamo della nostra Realtà Interiore e che chiamando Coscienza indichiamo col grado di risveglio.
Il nostro risveglio,la consapevolezza del noi come Realtà Interiore prende nella coscienza atto di iniziativa propria ad autoconoscersi sempre più. Questo processo o scuola che avvia alla possibilità di questa autoconoscenza la chiamiamo iniziazione ,ed in essa troviamo per l’appunto i metodi applicativi oltre che conoscitivi di far in modo di eliminare le impurità come si fa da un metallo prezioso per arrivare ad avere sempre più una chiara luce o consapevolezza del Sé Superiore(di Spirito e Anima),ossia della combinazione di Volontà e Ragione che danno chiara coscienza di questo Sé Reale nella nostra dimensione esistenziale virtuale.
Quindi l’iniziazione non consiste come dicono certi saputelli che bisogna far evolvere lo Spirito,oppure di chi dice di far evolvere l’Anima,ma ne tanto meno il corpo o la mente. Queste sono dichiarazioni inesatte e imprecise anche se si possono avvicinare alla verità. È dalla nostra consapevolezza che graduiamo il grado di coscienza che abbiamo di questa consapevolezza del nostro Sé Reale. La coscienza attuale di questa dimensione è in sintesi la somma,o risultato del rapporto di collaborazione o presa che ha lo stato superiore spirituale su quello inferiore materiale fatto di corpo e mente e di tutti i corpi sottili esistenti che hanno legame con lo stato superiore di Spirito e Anima o Volontà e Ragione,in sostanza il nostro Sé. In breve possiamo dire che coscienza è il quantitativo di risultato e di collaborazione tra Spirituale(spirito e anima) e materiale(corpo e vari gradi di mente). Questo dovrebbe farci capire che non esiste l’iniziazione per lo spirito o per l’anima o per il corpo o per la mente. Ma farci capire che l’iniziazione esiste e consiste in un processo o lavoro fatto di volontà e energia d’animo contemporaneamente da corpo mente anima e spirito, e se non c’è l’intera cooperazione di tutte e quattro le compagini,l’iniziazione o cammino di consapevolezza attraverso la coscienza è incompleto e potrebbe anche essere inesatto.
Per questo in ogni disciplina che si richiede volontà e energia da applicare,e lo si fa attraverso l’attività del corpo che contiene in se le possibilità operative per mettere in opera tante micro particelle o centri energetici,che a loro volta entrano in risonanza con quelle affinità correlate a spirito e anima mettendo in moto un tutt’uno meccanismo di azione per cui la coscienza risulta come grado qualitativo e quantitativo dell’energia applicata da queste quattro compagine vive e presente nell’uomo.
Spiegato questo,nel senso che l’iniziazione è un metodo utile per permettere al Sé Interiore Superiore di dialogare ed operare con quello inferiore la cui motivazione fa si che si mettano in atto vere e proprie forze divine site nell’uomo che lo porteranno al consapevolezza e alla visione finale nella Realtà Ultima della Mente Unica dell’Assoluto Essere Esistente che chiamiamo Dio. È coscienza umana cosciente di se nella coscienza divina e;Coscienza divina cosciente di se nella coscienza umana. Possiamo a questo punto passare a discutere delle componenti che formano la Realtà o Essenza Interiore. E lo possiamo fare solo se prendiamo in esame esempi trattando gli argomenti con conoscenze e principi della scienza della fisica. La specifica e la tecnica fanno riferimenti agli stessi basilari principi come quelli dell’elettronica come quelli della chimica o altre in quanto il principio e lo stesso cambia solo l’indirizzo nominale della scuola di riferimento. Il principio è sempre lo stesso. E proprio perché trattiamo del principio inizieremo proprio da questo termine che si rifà alla natura umana. Il principio non tanto come tempo e spazio come causalità di tutte le cose,ossia che da una coppia primigenia è venuto fuori la creazione del tutto. Non parleremo specificatamente di spirito anima e corpo,ma lo facciamo specificatamente trattando della natura della Realtà essenziale della Mente dell’Assoluto o Dio che ci aiuterà a comprendere più facilmente la natura della Realtà Umana,anche se sembra un paradosso conoscere prima Dio per conoscere noi. In realtà è la medesima cosa: non possiamo conoscere l’uomo se non conosciamo Dio,e non possiamo conoscere Dio se non conosciamo l’uomo.


Nikas
Tornare in alto Andare in basso
Vedere il profilo dell'utente http://coscienza-di-luce.forumattivo.it
 
INIZIAZIONE : conoscenze di base sulla costituzione umana parte 2
Vedere l'argomento precedente Vedere l'argomento seguente Tornare in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Referendum sulla Costituzione
» ....lista per Icsi, a Dicembre si parte!
» Vi segnalo questo interessante articolo sulla salute delle donne (aborto, legge 40 e chi più ne ha più ne metta)
» Ragazze ricordate lo speciale sulla fecondazione che era in onda su Sky?
» Corso base-nuove forme-micropittura..ecc

Permesso di questo forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
SPHCOSCIENZA DI LUCE ERMETICA :: BENVENUTO SU:COSCIENZA DI LUCE: :: ESOTERISMO :: ALCHIMIA-
Andare verso: